Logo principale
La mente percepir? e sceglier? il fiore, tu dovrai lasciarlo nel campo e accudirlo. (TAO)
Torna alla pagina iniziale Aggiungi ai Preferiti Area Riservata Contatto
::: Testo | A- | A+ | A0 :::
   Pagina iniziale // Internet // Domini su Internet: scelta e registrazione
::: Cambia visualizzazione ::: who am i? :::   

Domini su Internet: scelta e registrazione

<< | 2 di 5 | >>

Essere presenti su Internet - di persona o con l'azienda - tramite un dominio su misura ha molti lati positivi, e oggi è facile ed economico. Ecco una guida approfondita ai passi fondamentali: scelta e registrazione

Da .aero a .museum

Aggiungiamo che all'interno dell'Unione Europea un tedesco può tranquillamente registrare un dominio .it e viceversa. Insomma, il meccanismo funziona ma domina l'anarchia. Per metterci una pezza L'ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), una sorta di parlamento di Internet, ha recentemente introdotto nuovi TLD universali che si aggiungono a quelli esistenti. I nuovi TLD sono questi

  • .biz: Business (un clone di .com)
  • .name: Domini individuali (per singole persone)
  • .coop: Cooperative
  • .info: Domini informativi (ICANN non ha dato alcuna specifica)
  • .aero: Compagnie aeree e industria del trasporto aereo
  • .museum: Musei

Poteva andare peggio, ma anche meglio. Per esempio manca un TLD .xxx che era stato richiesto a gran voce per identificare con più chiarezza i siti pornografici. E' stato definito anche un dominio .pro, riservato ai lavoratori professionisti (avvocati, idraulici, panettieri, dentisti eccetera), che però non è ancora operativo. Insomma, al momento di definire quale TLD meglio si adatta al nostro sito bisogna ancora unire un pizzico di razionalità a inventiva e qualche buona intuizione di marketing.

Questo sono io

Vecchi e nuovi TLD rappresentano comunque opportunità interessanti per tutti coloro che, pubblici, privati, aziende e hobbisti, vogliano registrare un proprio dominio, per installarvi un sito Web o anche, semplicemente, per il gusto (o la convenienza) di decidere da soli il proprio indirizzo di e-mail.

Questo è esattamente il senso dell'acquisizione di un dominio: stabilire la propria identità in Rete. Stabilirla anche con una certa forza, perché in realtà per avere uno spazio Web o una casella postale "modello base" non c'è bisogno di spendere, grazie ai numerosi siti che offrono tali servizi gratuitamente. Il problema è che i servizi suddetti sono tutt'altro che personalizzati e quindi, gratis, non si va oltre un sito difficile da sentire come, per esempio, http://members.xoom.it/pippo, http://www.geocities.com/misentobene o http://utenti.tripod.it/sonosempreio.

Genera tutt'altra autostima poter invitare gli amici su http://www.mionome.com oppure, come qualcuno già fa, pubblicizzare l'indirizzo e-mail nome@cognome.net. Quando poi si parla di esigenze professionali, un'azienda, un professionista, un artigiano, un negozio, hanno quasi senza eccezioni la necessità di avere un dominio che li rappresenti pienamente e denoti la loro
professionalità anche sul Web.

Compra un dominio anche tu

Registrare un nome di dominio è piuttosto semplice e si può descrivere come un processo in tre fasi: scelta del nome del dominio, accordo con un provider e produzione della documentazione richiesta. Vediamo questi passaggi con più precisione e dettaglio.

Trovare il dominio giusto richiede creatività, tempestività, fortuna. Non possono infatti esistere due domini identici; ma possono invece convivere "mariorossi", "mario_rossi" e "mario-rossi", oppure "mariorossi.it" e "mariorossi.com". Chi registra prima il nome vince. I soliti furbi hanno provato in passato a registrare domini con i nomi di aziende o personaggi famosi nell'intenzione di rivenderli e guadagnarci, ma questa pratica - detta cybersquatting - oggi non è, fortunatamente, più praticata: si rischia infatti di andare per avvocati all'infinito.

Il provider è quello che fornisce due numeri DNS (Domain Name System, tecnicamente indispensabili per registrare un dominio. Un numero DNS è composto da quattro gruppi di cifre comprese ciascuna tra 0 e 255 separate da punti (per esempio 116.4.200.54). I numeri DNS possono essere forniti contestualmente da chi vende il nome di dominio oppure separatamente.

Per registrare un dominio non geografico (.com, .net, oppure un nuovo .name) è sufficiente possedere un'identità e una carta di credito. I domini .it, manco a dirlo, funzionano all'italiana. La procedura standard per registrare un dominio italiano prevederebbe il rapporto con il NIC, ex GARR.

Visitare il sito del NIC (http://www.nic.it/) costituisce un'esperienza decisamente istruttiva.

<< Pag. precedente | Pagina 2 di 5 | Pag. successiva >>
::: Pagina iniziale ::: Torna all'inizio della pagina ::: Stampa la pagina ::: 
Valid HTML 4.01 Transitional Valid CSS!